Richiedi Preventivo

NUOVO MOTORE DI IMPORT ETS

CON REGOLE DI RICERCA AUTOMATICA DEI FEEDBACK DI STATO

 

Con la nuova versione 1.4 di IKON si rinnova completamente il motore di import da ETS, uno dei "pilastri" della nostra supervisione, che consente in minuti di trasformare il progetto di un impianto KNX in una supervisione grafica.

 

In affiancamento al "classico" meccanismo di ricerca delle relazioni tra indirizzi di gruppo all'interno del progetto (che continua comunque ad essere supportato), è ora disponibile un nuovo automatismo interamente personalizzabile, con cui poter definire una o più regole per la ricerca dei feedback di stato all'interno del progetto, e la relativa associazione automatica ai corrispondenti oggetti di comando:

 

 
Se si deseleziona la voce “ricerca feedback di stato” l’intera sezione di dettaglio viene nascosta, altrimenti è possibile scegliere tra la ricerca automatica nel progetto ETS (il criterio attuale, che terrei sia per sicurezza nel primo periodo, sia per coloro che si sono abituati a questo modo di lavorare) o le nuove regole. Sono disponibili inoltre le seguenti due opzioni, che permettono di regolare in modo ancora più flessibile la procedura di importazione:
  • Nascondi automaticamente feedback di stato: gli oggetti identificati come feedback (con entrambe le strategie) vengono automaticamente nascosti, e non “disturbano” l’utente nelle fasi successive, a meno ovviamente di andare in “AVANZATO”
  • Cancella relazioni di stato preesistenti: fino ad oggi il software ha sempre cancellato le relazioni precedenti per far spazio a quelle nuove, ma effettivamente in alcuni casi (soprattutto lavorando con le nuove regole) può essere più utile mantenere le relazioni create in precedenza, andando quindi ad aggiungere solo eventuali nuove relazioni
Tutte queste impostazioni vengono salvate e riproposte nelle importazioni successive. Premendo il pulsante CONFIGURA si accede ad una pagina che permette di definire le regole di ricerca dei feedback di stato:
 
 
E’ possibile creare più di una regola, di due tipologie:
  • Basate sul nome: i feedback di stato vengono cercati tra gli oggetti il cui nome differisce, rispetto al comando, per una o più parole chiave.
  • Basate sull’indirizzo: i feedback vengono cercati in base all’indirizzo KNX, che deve essere correlato al rispettivo comando in qualche modo
Se si definiscono (e attivano) più regole, è possibile decidere se debbano lavorare in OR o in AND, mediante l’apposita opzione all’inizio.
Le regole basate sul nome funzionano in questo modo: è possibile specificare una o più parole che debbano essere cercate negli oggetti di comando, e che verranno rimosse per cercare il corrispondente stato; se queste parole devono necessariamente essere presenti, va selezionata l’opzione “obbligatorie”. Vanno poi specificate una o più parole da cercare negli oggetti di stato, specificando (come nel caso delle parole chiave sui comandi) se debbano essere all’inizio, alla fine oppure in qualunque posizione del nome ETS. La ricerca ignora automaticamente una serie di caratteri "speciali":
  • spazio
  • -
  • _
  • +
  • ,
  • ;
  • .
Le regole basate sull’indirizzo viceversa prevedono innanzitutto un eventuale filtro sull’indirizzo di comando; scegliendo “qualunque” vanno bene tutti, altrimenti è possibile stabilire un filtro sull’indirizzo di comando (in base al livello - 1, 2 o 3 - dell’indirizzo KNX su cui opera la regola). L’indirizzo di stato può essere “qualunque”, “uguale a comando” oppure “offset su comando”, in quest’ultimo caso va scelto un offset positivo o negativo.
Alcuni esempi: nome uguale con “stato” oppure “feedback” in più (eventualmente sostituendo “comando” o “cmd”); indirizzo KNX traslato di 1 su indirizzo intermedio con stesso "main group" e "address group" (il primo ed il terzo numero dell'indirizzo, per intenderci).
Combinando più regole si possono ottenere filtri più potenti, ad esempio: se si è realizzato un progetto in cui gli stati sono traslati di 1 come indirizzo intermedio e di 10 come indirizzo di gruppo, ovvero ad esempio…
 
0/0/1 -> 0/1/10
0/0/2 -> 0/1/11
 
… si possono creare due regole di tipo indirizzo, mettendo AND come combinazione:
 
 
Se viceversa si hanno indirizzi intermedi diversi che ragionano in modo diverso, si creano regole in OR mettendo anche un filtro sull’indirizzo di comando, ad esempio se si ha l’indirizzo intermedio 0 che ha gli stati nell’intermedio 1 e l’intermedio 2 che li ha nel 4…
 
 
Al termine della procedura di importazione (anche nel caso di utilizzo del "vecchio" motore di ricerca automatica delle relazioni) è disponibile un riepilogo dettagliato di tutte le associazioni stato-comando effettuate, con la possibilità di eliminare selettivamente una o pià di queste relazioni, qualora non rispondenti al comportamento desiderato.
In conclusione, il nuovo motore di importazione da ETS offre nel contempo maggiore flessibilità e velocità di caricamento del progetto KNX all'interno di IKON, rendendo possibile dedicare ancora più tempo alla fase "creativa" della supervisione.
Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, tra cui quelli di profilazione (propri e di altri siti) per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
OK