Richiedi Preventivo
07/10/2013

PRESTAZIONI SENZA PRECEDENTI

CON LA NUOVA VERSIONE 1.2 DI IKON SERVER

 

La versione 1.2 di IKON SERVER introduce un drastico miglioramento delle prestazioni di accesso e navigazione rispetto alla generazione 1.1, grazie all'introduzione di ben 4 meccanismi di caching, resi possibili dalle più recenti tecnologie HTML5 e CSS3 integrate in modo "sinergico" all'interno del webserver:

  • CACHE HTML SERVER: le pagine di più frequente utilizzo, una volta richieste al webserver e generate dal "motore" PHP, vengono memorizzate e rese disponibili per una immediata consultazione successiva, dal medesimo client o da qualunque altra postazione in rete, riducendo il tempo di caricamento a poco più del tempo di trasferimento in rete

  • CACHE HTML CLIENT: al primo accesso il client (browser o app mobile) crea al proprio interno una cache contenente tutti i templates grafici, gli script, le direttive di stile e la maggior parte delle immagini grafiche, in modo che queste non debbano più essere richieste via rete, ma caricate localmente ad ogni successivo accesso - anche dopo aver chiuso il client stesso

  • MEMORIZZA ACCESSO: una volta effettuato un accesso valido al sistema, la sessione di lavoro viene memorizzata in modo permanente nel client, e "ricordata" le volte successive, evitando di dover effettuare nuovamente l'autenticazione

  • CACHE DB CLIENT: gli oggetti interattivi (ambienti, oggetti KNX, scenari, etc...) una volta caricati nella "prima navigazione" del progetto da un client, vengono memorizzati in una copia locale del database, in modo da evitare il caricamento dei dati attraverso la rete durante la navigazione tra le diverse pagine della supervisione. Il database locale viene manutenuto sincronizzato con il database "centrale" del server in background, in modo del tutto automatico, garantendo sempre di visualizzare le informazioni aggiornate

I primi 3 meccanismi di caching intervengono sul tempo di caricamento dell'ambiente di lavoro, riducendolo a pochi secondi (dopo la prima volta, in cui viene richiesto un tempo più lungo per creare la cache locale), nonché i tempi di accesso alle pagine in amministrazione, rendendo più veloce il lavoro di configurazione.

Il quarto meccanismo (il DB locale), viceversa, agisce principalmente sul tempo di caricamento dati nel passaggio tra un ambiente e l'altro (nel FRONTEND), rendendo più "scattante" la navigazione anche e soprattutto da remoto.

I grafici seguenti mostrano un confronto tra la versione 1.1.7 e la 1.2.0 in diverse condizioni di lavoro, sia in rete locale che da remoto, mettendo in evidenza il complessivo guadagno prestazionale introdotto dalla nuova versione...

Confronto prestazioni in rete locale

Confronto prestazioni da remoto

Ovviamente i dati riportati nei grafici dipendono da numerosi fattori (tipo di connessione, client, progetto etc...) e vanno quindi considerati come indicativi; possiamo in ogni caso dire che mediamente la nuova versione introduce una riduzione del 70/80% dei tempi di accesso e di caricamento dei contenuti.

Per ottenere questi livelli prestazionali, IKON SERVER deve memorizzare all'interno del client (browser o app per dispositivi mobili) una serie di informazioni, in modo da limitare al massimo l'accesso via rete (che penalizza soprattutto la navigazione da remoto). Al primo accesso da un nuovo client (sia in rete locale che da remoto) viene effettuata una "sincronizzazione" delle CACHE HTML locali, accompagnata da un messaggio di avanzamento come esemplificato nella figura seguente:

Sincronizzazione iniziale cacheIl DB LOCALE, viceversa, viene popolato con gli oggetti del progetto man mano che si navigano i contenti (ambienti, funzioni, popup etc...), velocizzando i successivi accessi - anche a seguito della completa chiusura del client, essendo i dati persistenti.

Le massime prestazioni si ottengono quindi dopo aver effettuato la prima sincronizzazione delle cache ed aver visitato le pagine di più comune utilizzo della supervisione; a questa condizione di lavoro "a regime" si riferiscono i dati dei grafici di confronto con la generazione 1.1 del webserver.

I diversi meccanismi di cache possono essere disattivati nella sezione PERSONALIZZAZIONE -> OPZIONI -> AVANZATE dell'amministrazione; è possibile quindi utilizzare il nuovo IKON SERVER in modalità "compatibile" qualora, per qualche motivo, il proprio client non dovesse supportare tutte le nuove features.

Inoltre, qualora si dovessero riscontrare disallineamenti tra ciò che si vede in un client e lo stato aggiornato del progetto (dovuto alla persistenza in cache di dati obsoleti, a seguito di modifiche sostanziali alla configurazione), è sempre possibile forzare il ricaricamento delle cache; a tale scopo abbiamo previsto in AMMINISTRAZIONE il pulsante "PULISCI CACHE" nella toolbar...

Pulsante cancellazione cache in amministrazione

... e nel FRONTEND il pulsante "SYNC" (visibile espandendo il menu laterale)...

Pulsante sincronizzazione cache nel frontend

... i quali cancellano i dati di cache presenti sul server e il DB locale. In caso di necessità, è possibile forzare la pulizia anche delle CACHE HTML attraverso la funzione di cancellazione cache del proprio client.

 

Nella APP per iOS la funzione di cancellazione di tutte le cache è assicurata all'apposito pulsante "PULISCI I DATI E RICARICA" nella sezione "IMPOSTAZIONI", come mostrato nella figura seguente:

Cancellazione cache nella app iOS

 

Queste novità colmano in modo definitivo il "gap" di IKON SERVER rispetto alle applicazioni native, pur mantenendo tutta la flessibilità tipica della tecnologia web.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, tra cui quelli di profilazione (propri e di altri siti) per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
OK